Incentivi innovazione tecnologica alle PMI di Verona

Contributi alle micro e PMI della Provincia di Verona per l’avvio di investimenti mirati a potenziare l’innovazione tecnologica.

La Camera di Commercio di Verona stanzia nuove risorse per favorire la competitività delle imprese favorendo gli investimenti che producono innovazione tecnologica. Il bando è aperto alle micro e PMI che effettueranno un investimento minimo pari a 7mila euro  mirato inserire nuove metodologie di progettazione e tecniche di automazione, rinnovando macchinari e impianti tecnologici, inserendo sistemi informatici e di telecomunicazione innovativi o installando sistemi antifurto e antirapina (le spese dovranno essere sostenute dal 5 febbraio al 31 ottobre 2015).

 

Contributi

Sono previsti contributi pari al 18% per le micro o piccole imprese, del 9% per le medie imprese, non superiori a un tetto massimo di 12mila euro (13.500 euro in caso di impresa femminile o giovanile e per le imprese iscritte nell’elenco di cui all’art. 8 del Regolamento per l’attribuzione del “rating di legalità”.

Domande

Le domande di contributo potranno essere inviate, esclusivamente in modalità telematica, dal 28 gennaio al 4 febbraio 2015.

 

Per informazioni dettagliate e modalità  operative, contattare  la nostra segreteria al n.0458271200 oppure inviare richiesta a m.ganzerli@progeco.it

 

E-HEALTH: gli USA ripensano la strategia di security.

Valutare i rischi legati alla sicurezza informatica nell’ambito della progettazione dei dispositivi è alla base dell’analisi reale dei rischi.
Questo approccio negli Stati Uniti sta portando la Food and drug administration (ente nazionale che regola farmaci e cibi) a stilare una serie di raccomandazioni per le aziende con l’intento di proteggere la salute e i dati dei pazienti.

“Spesso la tecnologia per proteggerci esiste, ma non la utilizziamo perché sbagliamo l’approccio” sostiene Alessio Pennasilico, convinto che alla base di una valutazione reale dei rischi debba esserci necessariamente un cambio di mentalità. “Solo così ci porremo domande su infezioni da malware, politiche sugli aggiornamenti di sistema, backup dei dati memorizzati, se inserire su un determinato dispositivo una certa password”.

Interrogativi, questi, che rimandano alla recente operazione del Department of homeland security statunitense, che sta indagando su una serie di dispositivi e apparecchiature mediche che potrebbero avere delle “falle” nella loro parte informatica e dunque essere esposti ad attacchi di hacker.

Fonte: Corriere delle Comunicazioni
http://goo.gl/XnzTth

 

 

Cloud e social network: seminario a Ferrara, 28/11/14

Seminario organizzato dall’ Ordine Ingegneri Ferrara per illustrare i benefici ed i rischi di questi strumenti per i professionisti. I lavori si focalizzeranno, in particolare, sul tema della reputazione online, quando il professionista si affaccia sul web e sui benefici che il cloud e i social network possono portano in termini di risparmio.

Alessio Pennasilico di Alba ST parlerà di “I servizi di cloud: vantaggi operativi e profili di sicurezza informatica” illustrando al pubblico le potenzialità del cloud e i rischi informatici connessi.

L’appuntamento è per venerdì 28 novembre 2014 (orario 15:00 – 19:00) presso la Sala Corsi della Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ferrara.

Approfondimenti e iscrizioni: fondazione@ordingfe.it

 

 

Certificazione dei professionisti informatici: esami a Milano il 9/12/14

AIP-ITCS in qualità di Centro di Esame KiwaCermet Italia indice una sessione di esami per la certificazione secondo la norma UNI 11506:2013,  per i seguenti profili professionali: ICT Security Manager, ICT Security Specialist, Chief Information Officer, ICT Trainer, Mobile Application Developer.

L’appuntamento è  a Milano, martedì 9 dicembre e prevede tre prove:
– prova scritta a risposte chiuse (20 domande)
– prova scritta su scenari (in lingua inglese)
– prova orale

Per informazioni su:
– Requisiti dei candidati
– Modulistica e costi

Contattare:

Francesco Frattegiani – f.frattegiani@consorzioaipnet.it    tel. 335 408571
Monica Affer – info@consorzioaipnet.it   tel. 02 91532453

 

La TAC fa TIC. Che sia colpa di un Hacker?

Seminario organizzato da Kiwa Cermet Italia, con il contributo di UNINFO e CLUSIT, in programma a Bologna il prossimo 26 novembre 2014.
Alessio Pennasilico porterà il suo contributo con il talk:
“La Tac fa Tic. Dottore è grave? Molti e diffusi sono i dati sanitari che ci riguardano. Siamo proprio certi di volerci affidare alle macchine per farci curare? “.

Il notevole sviluppo tecnologico degli ultimi anni,  pone in primo piano la problematica dei “rischi” derivanti dalla interazione tra i software medicali e le reti telematiche sanitarie, le cui conseguenze ricadono direttamente sulla salute dell’utilizzatore finale.
Il seminario, partendo da una panoramica sul contesto normativo esistente e sui requisiti che il software e le reti IT medicali dovrebbero possedere, si focalizzerà sui rischi dell’integrazione di questi sistemi, gestiti in maniera diretta dall’ Organizzazione Responsabile e dal Personale Qualificato coinvolto nei processi di installazione e manutenzione.
I lavori inizieranno alle 14.30 e la partecipazione è gratuita.

Maggiori informazioni: http://goo.gl/XeNLVL
Iscrizioni:  marketing@kiwacermet.it

Cyber Security negli Impianti di Processo, 27 novembre 2014

La crescente esigenza di interconnessione alle reti di comunicazione aziendale e l’adozione di nuove tecnologie espone oggi i sistemi di controllo industriale a un numero maggiore di minacce informatiche.
Anipla  organizza una  giornata di studio con l’obiettivo di analizzare come proteggere questi sistemi, quali sono le strategie e gli strumenti da adottare per limitarne la vulnerabilità.

Alessio Pennasilico porterà il suo contributo con il talk :
” C’è una guerra la fuori e non vincerà chi ha più pallottole”
illustrando al pubblico in sala, attraverso la descrizione delle tendenze attuali,  perché la gestione della Cyber Security è una priorità negli impianti di processo.

La partecipazione è gratuita.
L’appuntamento è il 27 novembre al Crowne Plaza di San Donato Milanese, dalle 9.30 alle 13.00

Per approfondimenti e iscrizioni:
ANIPLA
tel: 02 7600 2311
mail: anipla@anipla.it

Perchè il tuo tablet interessa ai criminali (che non sanno chi sei!)

Non importa chi sei, non importa cosa fai, non importa con che strumento lo fai. Verrai attaccato.
Alessio Pennasilico spiegherà al pubblico del Festival ICT come i criminali provano ad attaccarci, perchè lo fanno e come possiamo difenderci.

L’appuntamento è per il 6 novembre, al Mediolanum Forum di Assago.
Giunto alla seconda edizione, il Festival ICT  prevede un programma di 70 speech e 6 laboratori su Datacenter, Cloud, Virtualizzazione, Networking, Unified Communication, Opensource, Security, Privacy, Cybercrime.

Alba ST è Gold Sponsor dell’iniziativa e sarà presente con uno stand per tutta la giornata.

Programma e iscrizioni (gratuite)

DB Security: seminario Clusit a Verona, il 23 Ottobre

Si svolgerà a Verona, presso la sede di Alba ST, il seminario Clusit, in collaborazione con Oracle,  dal titolo:
“Inserisco l’antifurto ma lascio la cassaforte aperta, ovvero perché per proteggere i tuoi dati dovresti proteggere il database”

Nel corso della giornata Angelo Bosis, Paolo Carini e Alessio Pennasilico illustreranno e analizzeranno diverse tecniche di attacco, nel tentativo di individuare assieme alcune soluzioni che potrebbero mitigare i rischi che i nostri dati corrono ogni giorno. Il seminario contribuisce al raggiungimento di 4 crediti/ore CPE.

Approfondimenti e iscrizioni su https://edu.clusit.it/

“Cyber Risk anche per le PMI?” – Milano, 7 Ottobre

Workshop organizzato da ACB (Associazione di Categoria Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni) con l’obiettivo di fornire spunti e approfondimenti sul rischio costituito dalle minacce informatiche.

Alessio di Alba S.T. parlerà di “Sicurezza delle Informazioni in Italia: statistiche incidenti 2013 e 2014”.

Il workshop si rivolge agli intermediari assicurativi iscritti al RUI (Sezioni A,B, E, D) e addetti all’attività di intermediazione assicurativa.
Per informazioni, costi e modalità di iscrizioni:info@acbservices.it

Vulnerabilità Shellshock Bash

Ieri è stata resa pubblica una nuova grave vulnerabilità sulla shell Bash, componente fondamentale dei sistemi Linux (CVE-2014-6271).

Un attaccante in grado di settare una variabile d’ambiente all’interno di uno script bash può ottenere il controllo completo della macchina.

Ad oggi sono pubbliche diverse modalità per sfruttare la vulnerabilità su un sistema remoto in presenza di alcune configurazioni di server Web, ma è probabile che nei prossimi giorni vedremo il proliferare di  nuove tecniche che coinvolgeranno altri servizi.

Per verificare se il vostro sistema è potenzialmente vulnerabile date questo comando:

env x='() { :;}; echo vulnerabile’ bash -c “echo”

Se il comando vi scrive “vulnerabile” dovete aggiornare il sistema, se invece restituisce un errore non siete vulnerabili.